La coppia umana

“Ciò che ora dobbiamo cercare di chiarire, perché costituisce il punto nodale di tutta la questione che abbiamo posto fin dall’inizio, è come l’uomo possa, tramite la sua struttura sessuale, realizzare quella relazionalità che lo costituisce nella sua natura in modo corrispondente a quella di Dio e che da Dio è stata creata appositamente perché l’uomo potesse essere e vivere a sua immagine e somiglianza.
La prima precisazione che va fatta è che il sesso dell’uomo come appartiene al corpo, è un tutt’uno con il corpo, così che, per la persona umana, ha lo stesso valore e significato della sua corporeità.
E’ il corpo infatti che fa essere il soggetto, la persona, in quanto è la condizione del suo esistere e del suo vivere.
Senza la struttura corporea il soggetto umano non solo non si pone in essere, ma non potrebbe neppure esprimersi ed agire.
Parafrasando il detto di G. Marcel, possiamo dire che l’uomo come non ha un corpo, ma è per il suo corpo, è il suo corpo, così non ha un sesso, ma è per il suo sesso che lo connota e lo contraddistingue e, in ultima analisi, è il suo sesso.
D’altronde poiché il corpo è tutto sessuato, dire corpo è come dire sesso, e di conseguenza tutto l’agire corporeo è da ritenere un agire sessuale nel senso che è sempre connotato da una inalienabile componente sessuale anche quando l’agire non ha come scopo specifico un intento, una progettualità sessuale.
Il corpo è, per questo stato di fatto, il significante della persona che non può mai essere considerata avulsa dalla sua identità di genere sessuale, è cioè l’elemento cardine che lo costituisce come soggetto, lo rappresenta e gli permette di porsi come essere di relazione in rapporto al suo mondo circostante.
In modo del tutto particolare è il significante della relazione all’altro a lui sessualmente distinto, corrispondente e complementare.
La relazione umana, specie quella interpersonale, avviene così sempre tramite la corporeità, la sessualità, che è strutturata appositamente in modo tale da essere idonea alla correlazione dei due poli sessuati ed è capace di realizzare la relazione nella dimensione di una tale integrazione da portare, per essa, alla compiutezza e alla totalità l’essere umano.”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Subscribe without commenting